RAGIONE SOCIALE
PROVINCIA
PRODOTTI
voi siete qui: Home » Elenco News » Mapecem Pronto: la soluzione Mapei per massetti a presa e asciugamento rapido
NOTIZIA DEL 21/12/2015
Mapecem Pronto: la soluzione Mapei per massetti a presa e asciugamento rapido

Malta premiscelata pronta all’uso per massetti a presa e ad asciugamento rapido (24 ore), a ritiro controllato

CLASSIFICAZIONE SECONDO EN 13813

I massetti confezionati con Mapecem Pronto secondo le specifiche riportate nella presente scheda tecnica sono classificati come CT - C60 - F10 - A1fl in accordo alla normativa europea EN 13813.

CAMPI DI APPLICAZIONE

Realizzazione di massetti sia galleggianti che aderenti, su nuove e vecchie solette, all’interno ed all’esterno, per la posa di legno, PVC, linoleum, moquette, ceramica, pietre naturali e qualsiasi altro pavimento dove occorre un asciugamento rapido per una posa immediata.

Alcuni esempi di applicazione

• Realizzazione di massetti pedonabili dopo 2-3 ore ed asciutti dopo 24 ore.

• Realizzazione di massetti su cui è possibile la posa di ceramica già dopo 3-4 ore.

• Realizzazione di massetti su cui è possibile la posa di pvc, linoleum, legno, pietre naturali ed artificiali sensibili all’umidità dopo solo 24 ore (umidità residua inferiore al 2%).

• Rappezzi e rifacimenti di massetti in luoghi soggetti a traffico continuo (es. supermercati, ospedali, aeroporti, ecc.).

• Realizzazione di massetti incorporanti le serpentine di riscaldamento senza che sia necessaria l’aggiunta di fluidificanti.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Mapecem Pronto è una malta premiscelata pronta all’uso, a presa e ad asciugamento rapidi, a ritiro controllato a base di uno speciale legante idraulico, additivi ed aggregati di granulometria selezionata da miscelare con acqua.

Mapecem Pronto è estremamente facile nell’utilizzo in quanto lo si deve mescolare solo con acqua. Ciò evita all’applicatore la possibilità di errori nel dosaggio del legante e nella scelta dell’aggregato, che possono compromettere le caratteristiche finali del massetto indurito.

Mapecem Pronto è la soluzione ottimale dove risulti difficile l’approvvigionamento di aggregati di buona qualità e di corretta granulometria o nel caso di interventi in situazioni, quali centri storici, dove ci sono difficoltà di trasporto e di preparazione dei massetti con i leganti tradizionali.

PRECAUZIONI

• Non utilizzare Mapecem Pronto su supporti sottoposti a risalita di umidità (interporre una barriera al vapore).

• Non miscelare Mapecem Pronto con altri leganti (es.

Mapecem, Topcem, cemento, calce, gesso, ecc.) ed inerti.

• Miscelare Mapecem Prontocon il corretto quantitativo di acqua.

• Non aggiungere acqua e non rimpastare la malta di Mapecem Pronto se ha già iniziato la presa.

• Non bagnare la superficie del massetto realizzato con Mapecem Pronto

• Non impastare in centrali di betonaggio e trasportare in autobetoniere: il tempo di presa di

Mapecem Pronto è troppo corto.

MODALITÀ D’IMPIEGO

Preparazione del sottofondo

Tutti i sottofondi sono idonei a ricevere un massetto in Mapecem Pronto.

Nel caso in cui sia richiesto il rapido asciugamento, in presenza di umidità nel supporto, il massetto di Mapecem Pronto dovrà essere isolato con idonee barriere a vapore ed avere uno spessore non inferiore a 35 mm per pavimentazione sottoposta a traffico pedonale.

Per la realizzazione di massetti aderenti al supporto (spessore inferiore a 35 mm) è necessario verificare preventivamente che questo sia asciutto, senza crepe, privo di polvere e di parti friabili, vernici, cere, oli, tracce di gesso.

Preparazione dell’impasto

L’impasto di Mapecem Pronto può essere preparato con:

• miscelatore planetario;

• normale betoniera da cantiere;

• mescolatore a coclea.

Miscelare un sacco da 25 kg di Mapecem Pronto con 2,1-2,3 l di acqua per 3-4 minuti. La quantità di acqua non deve essere in alcun modo modificata in quanto verrebbero compromesse le prestazioni finali.

L’impasto deve essere compattato e frattazzato fino ad ottenere una superficie superficiale chiusa, liscia e priva di acqua. Ogni impasto va gettato e frattazzato nel più breve tempo possibile e comunque non oltre i 30 minuti dall’inizio della preparazione.

La temperatura ambientale influisce sui tempi di presa e di asciugamento del massetto realizzato con Mapecem Pronto.

MASSETTI GALLEGGIANTI

(con spessore da 35 a 60 mm)

L’impasto di Mapecem Pronto deve essere posato in opera su di uno strato desolidarizzante, costituito da fogli di politene o materiali similari in modo da creare uno strato di facile scorrimento tra il massetto ed il preesistente supporto. In presenza di risalita di umidità il suddetto strato desolidarizzante deve essere realizzato con adeguate guaine impermeabili in grado di costituire una efficace barriera al vapore.

Le zone di massetto in Mapecem Pronto attraversate da canalizzazioni dovranno essere rinforzate mediante posizionamento di un’armatura metallica leggera (es. rete elettrosaldata con maglie esagonali).

La stesura dei massetti in Mapecem Pronto si esegue con le stesse tecniche dei massetti cementizi, quindi preparando fasce di livello, stendendo l’impasto, costipandolo accuratamente e frattazzando per ottenere una migliore finitura superficiale.

In corrispondenza del perimetro del locale ed intorno ad eventuali pilastri che dovessero attraversare la pavimentazione è buona norma, prima di eseguire il getto, posizionare del materiale desolidarizzante (ad esempio in polistirolo espanso, sughero, ecc.) con spessore di circa 1 cm. Nel caso in cui i lavori di posa vengano interrotti è necessario inserire nel massetto, tagliato perpendicolarmente al supporto, degli spezzoni di ferro di 20-30 cm di lunghezza, dal diametro di 3-6 mm, ad una distanza tra loro di circa 20-30 cm, in modo da garantire una perfetta saldatura in corrispondenza della ripresa del getto ed evitare fessurazioni e dislivelli.

MASSETTI ADERENTI

(con spessori variabili fino a 40 mm)

Massetti di spessore ridotto devono essere realizzati in aderenza al supporto che può essere di natura cementizia o costituito da preesistenti pavimentazioni in ceramica o in materiali lapidei. In presenza di supporti di altra natura consultare il Servizio Assistenza Tecnica MAPEI.

Dopo aver eseguito una adeguata preparazione del supporto, immediatamente prima della stesura dell’impasto di Mapecem Pronto, preparare la boiacca di adesione con Planicrete, secondo le proporzioni riportate nella tabella sottostante, applicandola in strato continuo ed uniforme (circa 2-3 mm) mediante pennellessa, spazzolone o spatola.

Al fine di assicurare una perfetta adesione, stendere la malta di Mapecem Pronto sulla boiacca ancora fresca (fresco su fresco).Nel caso di pavimentazioni soggette a forti sollecitazioni meccaniche, la ripresa di getto dovrà essere fatta con Eporipin sostituzione della boiacca cementizia preparata con Planicrete.

La stesura dell’impasto di Mapecem Pronto deve essere fatta con le stesse modalità sopra riportate.

Dosaggio della boiacca cementizia preparata con Planicrete

Planicrete:1 parte in peso;

Acqua:1 parte in peso;

Mapecem: 2 parti in peso.

MISURAZIONE DELL’UMIDITÀ

La misura dell’umidità effettuata con igrometri elettronici fornisce valori puramente indicativi.

Pertanto, per controllare l’umidità residua è necessario impiegare un igrometro a carburO.

Per approfondire, visita il sito.

<< TORNA INDIETRO
CONPAVIPER
Sede Operativa: via Giovanni Amendola, 46
- 00185 Roma
- Tel: 0662 270411 - Fax: 065915408
- C.F. 03879530966
- segreteria@conpaviper.org

Conpaviper aderisce a Federbeton Confindustria

Credit_ Realizzazione Siti Internet